p1
p1
p1
p1
p1
p1
p1
p1
p1
p1
p1
p1
p1
p1
p1

STRADE DELLA ROMA PAPALE

BLUPREV

Ritorno alla via

Basilica di S. Prassede - Esterno

Chiesa_di_S_Prassede-Google_Hearth

Basilica di Santa Prassede
Presa aerea da Google Hearth

La chiesa Ŕ stata eretta sulla cima del “clivus suburanus”, che passava in mezzo all’Esquilie.
Della sua prima fondazione non si hanno notizie certe, a meno di un epitaffio, del 491, che la nomina.
(Segue sotto l┤ingrandimento...)

via di S Martino ai Monti - Ingresso S Prassede (2)

via di S Martino ai Monti - Ingresso S Prassede (3)

via di S Martino ai Monti - Ingresso S Prassede (3)_01

via di S Prassede - Chiesa di S Prassede - Portico (3)

via di S Prassede - Chiesa di S Prassede - Portico (4)

via di S Prassede - Chiesa di S Prassede - Portico (2)

via di S Prassede - Chiesa di S Prassede - Portico (7)

via di S Prassede - Chiesa di S Prassede - Portico

via di S Prassede - Chiesa di S Prassede - Portico (6)

via di S Prassede - Chiesa di S Prassede - Portico (5)

via di S Prassede - Chiesa di S Prassede - Portico (8)_01

via di S Prassede - Chiesa di S Prassede - Portico (9)_02

Basilica di Santa Prassede
Protiro romanico (XIII sec.)

Il protiro, visibile su via di San Martino ai Monti, Ŕ stato realizzato nel XIII secolo e si compone di una volta a botte in laterizio sorretta da due colonne: una antica (a destra guardando) di epoca romana e l’altra del IX secolo realizzata al momento della costruzione della basilica di Pasquale I (817-824). Le due colonne sono sormontate da due capitelli ionici, mentre le loro basi poggiano su capitelli dorici rovesciati. Sopra al portico una guardiola per il monaco guardiano, probabilmente realizzata durante i restauri di Carlo Borromeo (1538-1584).

Basilica di Santa Prassede
Mensola del Protiro

Basilica di Santa Prassede
Passaggio dall’Atrio al Protiro

Il passaggio copre la doppia gradinata realizzata nel XVI secolo. L’atrio porticato primitivo aveva inizio tra la prima e la seconda gradinata.

Basilica di Santa Prassede
Passaggio - Reperti

I reperti sono stati posti in questo passaggio coperto in seguito alla risistemazione del protiro e dell’atrio nel 1937.

Basilica di Santa Prassede
Passaggio - Stemma cardinalizio

Lo stemma cardinalizio potrebbe essere quello del cardinale titolare  (1405-1409) della basilica, Antonio de Calvo (1341-1411).

Basilica di Santa Prassede
Passaggio - Paramento di arco

Basilica di Santa Prassede
Atrio - Vestigia del quadriportico

Entrando dal Protiro (oggi sempre chiuso, si passa dall’ingresso di via di S. Prassede) si incontra una doppia scalinata (costruita nel XVI sec.) e, quindi si accede all’atrio a forma quadrangolare che era, in origine porticato nei quattro lati. Qualche colonna superstite del portico si pu˛ vedere incastrata nell’attuale muro perimetrale.

Basilica di Santa Prassede
Atrio - Vestigia del quadriportico

Basilica di Santa Prassede
Atrio - Facciata della Basilica

La facciata, come la vediamo oggi, Ŕ il risultato di un restauro, condotto da Antonio Mu˝oz (1884-1960) nel 1937, teso a restituirle il suo primitivo aspetto medievale.
(Segue sottp l’ingrandimento...)

Basilica di Santa Prassede
Atrio - Ingresso alla Basilica

La porta di ingresso Ŕ stata realizzata per volere del cardinale titolare (1564-1584) Carlo Borromeo (1538-1584) e sembra precorrere i canoni del barocco.

Basilica di Santa Prassede
Monastero Benedettino

Basilica di Santa Prassede
Monastero Benedettino

.

BLUPREV

Ritorno alla via

Blutop