RomanButton
RomanButton
RomanButton
RomanButton
RomanButton
RomanButton
RomanButton
RomanButton
RomanButton
RomanButton
RomanButton
RomanButton
RomanButton
RomanButton
RomanButton

STRADE DELLA ROMA PAPALE

Via Montefiore o Monte dei Fiori [1] (R. XIII – Trastevere) (da piazza del Drago a Via Giulio Cesare Santini - ex Via dei Genovesi)

Non pochi abitanti di questi dintorni asseriscono che anticamente nella suddetta via vedevansi situati alcuni giardini, i quali essendo poi stati distrutti, si attribuì alla presente località il nome di Monte di Fiore, stante la sua posizione alquanto montuosa[2] (Rufini - 1847).

Della "Coorte Vigilum", che aveva la sorveglianza della XIV regione (Transtiberim), è conosciutissimo l’“excubitorium” tornato in luce, nell’anno 1866, in via Monte dei Fiori che ha il suo ingresso attuale di fronte a S. Crisogono in una rientratura del viale di Trastevere (già del Re).

Dagli scavi effettuati si è rilevato che la caserma era stata adattata in un’ampia dimora privata, nei primi anni del III secolo, e che una parte della casa più antica, del II secolo, restava in comunicazione coll’excubitorium attraverso un corridoio ed una porta.

Importanti, per la conoscenza del servizio dei vigili e dei loro usi, sono i graffiti da essi  tracciati  sulle  pareti  dell’edificio  e  che  rimontano  agli  anni  fra  il  215  e 245 d.Ch.

_____________________________

[1]               Dalla Via della VII Coorte fino a Via Giulio Cesare Santini oggi si chiama Via Giggi Zanazzo.

[2] )            Montuosa per le macerie che vi si erano accumulate fra le quali quelle del VII Exubitorium Vigilum.

_DSC0293

Lapidi, Edicole e Chiese :

- Via di Monte Fiore

Blutop
Support Wikipedia